fattori di crescita

Cosa sono i fattori di crescita? Quali vengono usati per i trattamenti ortopedici?

I fattori di crescita, detti anche ormoni della crescita, sono proteine che facilitano la proliferazione e la differenziazione delle cellule. Le cellule comunicano fra loro attraverso queste proteine per diverse funzioni di regolazione del ciclo cellulare.

Negli ultimi anni si sono sempre più sviluppati ed approfonditi gli studi sui fattori di crescita, al punto tale da riuscire a individuare e a riprodurre le proteine che facilitano la riparazione dei tessuti.

In ambito ortopedico il fattore di crescita utilizzato è il Platelet-Rich Plasma, ovvero plasma arricchito in piastrine, comunemente indicato con l’acronimo P.R.P.

Questa proteina è studiata da numerosi anni e in diverse branche della medicina, perché il P.R.P. rilascia numerose sostanze che promuovono la riparazione dei tessuti e influenzano il comportamento di altre cellule, modulando l’infiammazione e la neoformazione di vasi sanguigni.

Il P.R.P. viene realizzato con il sangue del paziente stesso. Una volta prelevato il sangue, questo viene centrifugato e separato in tre strati: quello centrale è il plasma arricchito di piastrine che fungerà da fattore di crescita.

Per quali patologie vengono usati i fattori di crescita

La terapia con fattori di crescita PRP in ortopedia viene utilizzata per le lesioni cartilaginee (come l’artrosi precoce) e nelle patologie tendinee.

L’articolazione della caviglia è spesso coinvolta da processi degenerativi di natura post traumatica (esempio esiti di fratture, esiti di distorsioni recidivanti) e/o infiammatoria (esempio le artriti di tipo reumatoide).

Si ricorre all’uso dei fattori di crescita quando altri approcci terapeutici più tradizionali (fisioterapia, laserterapia, manipolazioni) si sono rivelati inefficaci.

Ciclo di cura con fattori di crescita

Si eseguono di solito tre infiltrazioni di P.R.P. ad intervalli di 2-3 settimane.
Il ciclo terapeutico deve essere eseguito in strutture sanitarie fornite di apparecchiature dedicate.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *